Acri-Pan DSC_0001 DSC_0006 _MG_1649 cccc

AscensoreNell’Aprile 2000 le elezioni comunali vedono trionfare la coalizione di Centro- destra retta dal sindaco Nicola Tenuta, che si circonda di assessori capaci, uno in particolare. La Giunta Tenuta presenta progetti approvati e finanziati per migliorare le infrastrutture, tra cui quello della scala mobile con l’obiettivo di facilitare il raggiungimento del palazzo Padula dove è collocata la biblioteca. La Giunta di sinistra, guidata dal sindaco Coschignano, modifica anche questo progetto in modo peggiorativo, sia per la funzionalità che per il costo della realizzazione. Detto ascensore sicuramente sarà deleterio per le casse comunali già in dissesto: peseranno sulle nostre spalle sia la manutenzione sia il contratto che bisognerà stipulare con una ditta specializzata per eventuali interventi urgenti. L’unico vantaggio è quello di poterci sistemare qualche parente o amico (chiamata diretta o concorso dove gli amministratori di turno sanno già prima i vincitori) come ascensorista sempre a spese della popolazione. In conclusione, sarebbe auspicabile che l’ascensore non venga mai messo in funzione per evitare un inutile sperpero di denaro pubblico.

Per capire come ha funzionato la politica nella nostra cittadina, si legga il libro “Parentela ed emigrazione” di Fortunata Piselli .